Home > Israele, Medio Oriente, Palestina > Israele. Alloggi nelle colonie per fermare gli indignati

Israele. Alloggi nelle colonie per fermare gli indignati

(NTNN) – Il governo israeliano ha dato luce verde alla costruzione di 930 nuove abitazioni per famiglie ebree nell’insediamento di Har Homa, a Gerusalemme Est, nei territori palestinesi occupati. La decisione, criticata dai gruppi per la difesa dei diritti umani, è stata presa per rispondere al malcontento dei cosiddetti ‘indignati israeliani’ che, sul modello della protesta che da mesi scuote la Spagna, chiedono al governo riforme per risolvere il problema dell’aumento del carovita e del costo degli alloggi.

Har Homa, dove abitano già oltre 9.000 coloni, è uno dei più grandi e controversi insediamenti ebraici a Gerusalemme Est. In base al diritto della comunità internazionale fa parte dei territori palestinesi occupati, anche se Israele ne rivendica il possesso. L’autorità nazionale palestinese (Anp), ha definito la decisione del governo israeliano una “nuova provocazione” e per Hagit Ofra, attivista di Peace Now, è destinata ad allontanare ancora di più la soluzione di due popoli e due Stati. L’espansione di Har Homa, denunciano le organizzazioni per la difesa dei diritti umani, separerà la città palestinese di Betlemme dalle altre zone arabe a Gerusalemme Est.

Intanto non si ferma la protesta che da metà luglio arroventa l’estate israeliana. Gli indignati promettono nuove manifestazioni nel fine settimana a Tel Aviv e nel resto del Paese. I dimostranti, che marceranno dietro lo slogan “il governo ha abbandonato la popolazione”, accusano il premier Benjamin Netanyahu di ignorare le loro richieste. Al coro delle proteste si sono unite le voci dei medici che chiedono migliori condizioni nella sanità pubblica; dei genitori e delle giovani coppie che manifestano contro le difficoltà per mettere su famiglia e crescere i figli; e di studenti, agricoltori, insegnanti, autisti esasperati dall’aumento del costo della vita e dalla diminuzione dei salari. (NTNN)

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: